Simultanea: Vandana Shiva presenta a Expo 2015 il manifesto Terra viva

Trans-Edit fornisce un interpretariato in simultanea inglese-italiano e viceversa durante il seminario dell’ambassador di Expo 2015 su una nuova visione per un mondo più equo, ricco e sostenibile

Il 2 maggio, presso il padiglione di Cascina Triulza di Expo, la celebre ambientalista indiana Vandana Shiva, presidente di Navdanya International, ha presentato il manifesto Terra viva, realizzato con l'aiuto di esperti e ricercatori di tutto il globo; tra questi Luc Gnacadja, ex segretario della Convenzione Onu di lotta alla desertificazione; Andrea Baranes, economista; Nnimmo Bassey, premio Nobel ''alter''nativo; Sabina Siniscalchi, Fondazione Culturale Responsabilità Etica e vicepresidente Fondazione Triulza.
In un breve ma intenso e affollato seminario, che ha visto anche l’intervento del Ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina, sono stati toccati punti scottanti per la sopravvivenza dei Paesi del Terzo Mondo, dagli aiuti a queste popolazioni all'importanza delle colture biologiche fino alla presa di coscienza delle difficoltà ambientali nelle aree più povere.

Portando come esempio i piccoli e i piccolissimi agricoltori indiani è stato infatti ampiamente spiegato come alcuni prodotti da loro coltivati stiano addirittura sparendo dal pianeta. Oltre a dover affrontare catastrofi naturali sempre più frequenti e improvvise, dai monsoni ai terremoti, ai periodi di siccità sempre più lunghi a causa dei cambiamenti climatici, devono anche confrontarsi con l'enorme problema delle multinazionali.
Sono queste ultime, infatti, a fissare i prezzi, che sono troppo bassi per permettere ai contadini di sopravvivere, e spesso mettono sul mercato semi geneticamente modificati che non ammettono una programmazione naturale del raccolto all'altezza delle aspettative.

L'agricoltura sostenibile, insieme con la gestione dell’ambiente e delle scelte socioeconomiche, è quindi l'unica possibile soluzione alle condizioni di estrema difficoltà in cui versa una gran parte degli abitanti della Terra. Trans-Edit Group ha fornito per l'occasione una simultanea inglese-italiano e viceversa per circa 150 persone.

Per due ore l'interprete preposto all''incarico ha tradotto in simultanea, con la consueta professionalità e sensibilità, questo delicatissimo argomento, per trasmettere nel migliore dei modi un messaggio così fondamentale. E il plus è stato riuscire a comunicare agli astanti la passione e la motivazione degli ambientalisti, in modo da rendere l'evento non solo un momento di informazione ma una vera e propria occasione di crescita.

 

 

 

 



All rights Reserved Trans-Edit Group srl