Trans-Edit Group tra le 5 imprese di eccellenza di Milano


Domenica 15 giugno 2014, presso il Teatro alla Scala di Milano, Trans-Edit Group è stata tre volte premiata dalla Camera di Commercio di Milano nel quadro dei prestigiosi eventi Piazza Mercanti e Milano Produttiva,  per il fattivo contributo apportato alla crescita dell’economia metropolitana grazie all’innovatività del suo modello di business.

Nel sontuoso scenario del teatro simbolo della cultura ambrosiana, Laura Gori e Adele Nardulli, in qualità di imprenditrici da 25 anni alla guida di Trans-Edit Group, hanno ricevuto, assieme ad altre quattro aziende milanesi, il Premio Piazza Mercanti per la categoria Innovazione, a riconoscimento dell’efficacia della loro soluzione imprenditoriale atta a coniugare servizi e processi innovativi con una spiccata attenzione all’impatto sociale e ambientale del business, anche in termini di promozione di cultura e arte sul territorio.

In particolare, il progetto creativo e comunicazionale premiato dalla CCIAA di Milano nella categoria Innovazione è l’evento “Suggestioni tra musica immagini e parole”, ideato e realizzato da Trans-Edit per celebrare i suoi 25 anni di attività presso il Teatro Elfo Puccini di Milano nel mese di marzo 2014. L’inedita opera teatrale, musicale e artistico-figurativa, che ha avuto come protagonisti l''attore Marco Alberghini e il musicista Emanuele Pedrani, ha voluto declinare la dimensione aziendale in un momento di condivisione culturale con la collettività e il tessuto sociale di appartenenza, in un “virtuoso legame tra chi produce, chi promuove e chi utilizza la cultura" quale fattore di sviluppo socio-economico.
L’altra onorificenza, Milano Produttiva, arrivata alla sua 25ª edizione, ha invece premiato Trans-Edit Group per i valori da sempre alla base della sua mission aziendale: etica del lavoro, responsabilità sociale d’impresa e imprenditorialità al femminile (l’assetto societario è al 100% femminile, così come il 90% dell’organico), con la promozione di numerose politiche di genere, già premiate negli anni da vari riconoscimenti in ambito istituzionale (“Donna Sviluppa Impresa” per la creazione di uno dei primi micronidi aziendali e per il telelavoro, “Repertorio buone prassi di CSR”…).

Analoghe motivazioni sono alla base dell’altro premio Milano Produttiva, categoria Lavoratori, conferito a Emanuela Favaro, dipendente di Trans-Edit che ha visto nascere e crescere l’azienda fino a oggi e che con diligenza e dedizione ne ha condiviso obiettivi e fondamenti.

“Sono lieta e orgogliosa di essere stata premiata con questa onorificenza, ma lo sono ancora di più per avere contribuito alla crescita della società che ha sempre creduto in me, stimolandomi a dare il massimo e aiutandomi a conciliare lavoro e famiglia”, ha dichiarato Emanuela.

“Siamo onorate di questi riconoscimenti, intesi come un tributo a una cultura d’impresa innovativa che ha voluto da sempre coniugare la passione per la tecnologia con il primato delle risorse umane, considerate in azienda un asset supremo da valorizzare e tutelare. Innovatività e responsabilità sociale, unitamente a una buona dose di curiosità, entusiasmo e dinamicità, sono la chiave dei nostri 25 anni di successi in rosa, sullo sfondo della peggior crisi economica dal dopoguerra”, hanno affermato Laura e Adele.

 

 

 

 



All rights Reserved Trans-Edit Group srl