Trans-Edit di nuovo premiata come Impresa Responsabile

L’edizione 2015 del Repertorio Buone Prassi aziendali per la responsabilità sociale d’impresa (CSR) vede ancora una volta Trans-Edit tra le aziende premiate.

Il 17 febbraio 2016 presso il nuovo Auditorium di Palazzo Lombardia a Milano, Trans-Edit Group ha ricevuto il premio di Unioncamere e Regione Lombardia per la Responsabilità Sociale d’Impresa. È la seconda volta che la società di traduzioni si aggiudica questo importante riconoscimento, simbolo e marchio di eccellenza che qualifica tutti gli aspetti della vita aziendale: dalle iniziative in materia di sostenibilità ambientale alla qualità del lavoro e delle relazioni con il personale, dalle attività a beneficio della società civile ai rapporti con clienti, fornitori e utilizzatori finali del servizio.

Durante la cerimonia di premiazione, il Presidente di Unioncamere Lombardia Giandomenico Auricchio e l'Assessore allo Sviluppo Economico Mauro Parolini hanno consegnato personalmente l’attestato di Impresa Responsabile in Lombardia ai rappresentanti delle 136 aziende premiate, provenienti da tutte le province lombarde.

Aderendo al Repertorio Buone Prassi, le aziende aggiudicatarie hanno deciso di rendere pubblico il loro impegno, facendosi testimonial delle pratiche CSR che un'impresa decide di adottare su base volontaria oltre il mero rispetto delle normative cogenti, nella convinzione di ottenere risultati che inneschino un circolo virtuoso e apportino benefici sia ai lavoratori sia alla conduzione dell’attività, ma anche a tutti gli stakeholder in senso lato.

Trans-Edit non ha voluto perdere questa prestigiosa occasione per riconfermare, dopo la prima edizione del Premio conseguita nel 2014, la continuità del suo impegno in termini di responsabilità sociale. Una sensibilizzazione innata per le due socie e amministratrici, che si esprime attraverso una cultura d’impresa innovativa e una mission aziendale sostanziata di etica del lavoro, welfare in azienda, politiche di genere e conciliazione, e una forte carica di imprenditorialità al femminile. Una filosofia che da sempre considera il capitale umano come un asset supremo da valorizzare e tutelare, e che si declina con una marcata sensibilità all’impatto sociale e ambientale del business, anche in termini di promozione di cultura e arte sul territorio.

Ma come si traduce tutto questo in azioni concrete? Tra le modalità con cui Trans-Edit mette in pratica le Buone Prassi, basti citare sul fronte della sostenibilità ambientale la riduzione dei consumi energetici, l’utilizzo di energia green e l’adozione del telelavoro per ridurre l’inquinamento da mezzi di trasporto.

In ambito gestione delle risorse umane, la menzione nel Repertorio Buone Prassi intende invece valorizzare l’accordo integrativo aziendale che regolamenta la flessibilità degli orari lavorativi, il telelavoro e l’erogazione dei premi di produttività, il ricorso, ove possibile, ai contratti di apprendistato per favorire l’ingresso dei giovani in azienda, la priorità conferita da sempre al reclutamento di lavoratrici femminili,  e le numerose iniziative di welfare pubblicizzate sulla intranet aziendale “TEG4U”: servizi farmacia, cartoleria, tintoria, hairstylist, estetista e piccole riparazioni a domicilio, ambulatorio fisioterapico per consulenza e trattamenti in azienda, sala Fitness&Benessere in-house con corsi e istruttori di varie discipline sportive, sala break/relax con servizio catering, etc.

Nei confronti della società civile, infine, il riconoscimento della Regione e di Unioncamere ha voluto premiare le convenzioni stipulate da Trans-Edit con numerose università per ospitare stage in azienda, tenere docenze in ambito accademico e condurre attività di R&S in collaborazione con prestigiosi centri di ricerca, la fattiva partecipazione a progetti ed eventi istituzionali dedicati all’imprenditoria femminile e al welfare in azienda, l’organizzazione di iniziative culturali sul territorio quali l’evento di celebrazione dei 25 anni di attività con l’allestimento di un inedito spettacolo musicale e teatrale presso il Teatro Elfo-Puccini di Milano patrocinato dal Comune di Milano, e, non ultimo, la sponsorizzazione tecnica al Padiglione della Società Civile, Cascina Triulza, e agli oltre 800 eventi da questa organizzati sui temi dell’innovazione sociale e dello sviluppo sostenibile in seno ai 6 mesi di EXPO Milano 2015.

 

 



All rights Reserved Trans-Edit Group srl